Transparent Soccer

 In WSBSTORIES

Se si dovesse scegliere un materiale su tutti per rappresentare l’architettura contemporanea, questo sarebbe il vetro. La possibilità di realizzare spazi chiusi attraverso l’uso di muri trasparenti è indubbiamente affascinante, e questo ha portato nel corso degli ultimi decenni alle più ardite sperimentazioni che hanno trovato nell’architettura High-Tech le vette qualitative più alte.

Sir Norman Foster, Reichstag Berlin, 1999

Ciò che è più interessante, in particolar modo perché ci riguarda ancor più da vicino, è il fatto che il fenomeno in questi ultimi 10/15 anni abbia pienamente investito anche le attrezzature ed i campi sportivi, in particolar modo privati.

La scintilla arriva dal Padel, sport che esiste da ormai 30 anni ma che si è affermato solo nell’ultimo decennio anche grazie alla scelta di sostituire i muri in muratura con delle pareti vetrate in modo da renderlo decisamente più spettacolare e godibile dal pubblico.

Il passaggio al 5-a-side è molto più recente, ma le richieste crescono esponenzialmente.

Fino ad oggi il Jorkyball era l’unica applicazione interessante e sistematica di pareti trasparenti al gioco del calcio, questo anche perché il 5-a-side, avendo pareti comunque mai più alte di 1 m, non ha mai avuto reali problemi di visibilità. Nonostante questo, il mercato sta crescendo vertiginosamente e gli attori che lo compongono sono alla continua ricerca di trovate che possano rendere sempre più spettacolare e unico il loro centro sportivo.

Sofive Elkins Park Philadelphia

Il fenomeno, partendo come detto dalla logica del padel, ha portato all’affermarsi del vetro temperato sugli altri tipi di vetro anche per il 5-a-side per i seguenti motivi:

  • Alta resistenza a flessione
  • Alta resistenza agli input dinamici
  • Alta resistenza all’abrasione (immune quindi ai granelli di sabbia)
  • Rottura in tanti piccoli frammenti che risulta decisamente meno pericolosa per i giocatori

 

WSB proprio in questi mesi sta realizzando il suo primo Club in Cina (Shanghai) dotato di 5 campi 5-a-side realizzati interamente in vetro temperato.

Gli investitori per questo primo club hanno deciso di puntare molto sulla qualità e sulla spettacolarizzazione andando a coinvolgere i migliori attori del settore. Individuato come luogo ideale il quinto piano piano di un mall di nuova edificazione, nel densissimo centro di Shanghai, e stabilito l’accordo ufficiale con il Club di calcio Paris-Saint-Germain e la Nike, hanno affidato la progettazione degli interni al rinomato studio di architettura DBX mentre per i campi di 5-a-side si sono rivolti alla WSB Sport consci della grande esperienza internazionale. Dati gli spazi esigui, si è optato per campi di piccole dimensioni ma resi trasparenti proprio grazie a una speciale struttura in vetri temperati, ottimizzata proprio per l’occasione.

I campi di questo nuovo centro sono divisi in due tipologie: indoor e outdoor.

L’indoor è un campo completamente vetrato fino a 2,8 m di altezza, con vetri temperati dello spessore di 12 mm e struttura in metallo.

 

PSG Park, Shanghai indoor pitch

L’outdoor presenta invece tutte le caratteristiche del 5-a-side con però pannelli di vetro temperato al posto dei pannelli sandwich. WSB Sport ha adottato diverse volte questa soluzione, il caso più recente ed interessante è a Philadelphia dove con So Five si è deciso di caratterizzare in questo modo un lato lungo del grande campo indoor.

Il 5-a-side in Cina è ancora di fatto un mercato da creare, dunque la scelta di realizzare campi da 3vs3 di qualità superiore ed in zone molto abitate si rivelerà certamente vincente.

PSG Park, Shanghai outdoor pitch

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search