Data

Club

Fit Five

Tempi di realizzazione

1 mese

Location

Bruxelles, Belgio

Investimento

N/D

M2

260

LESS IS MORE

La progettazione e la realizzazione di uno spazio club house/spogliatoi è un aspetto cruciale per il successo di un nuovo club di 5-a-side.
L’equivoco è pensare che per la sua realizzazione l’investimento debba essere necessariamente elevato.

La progettazione di questi spazi deve essere figlia di diverse considerazioni, prima fra tutte l’analisi del contesto dove il nuovo centro sportivo andrà ad insistere.

Un esempio eclatante in questo senso è il primo club della catena FitFive a Bruxelles realizzato assieme a WSB QC. Il club in questione si trova in una zona centralissima della capitale belga, accanto al celebre Atomium e all’interno di una zona ad alta densità abitativa che annovera la presenza di numerose scuole. Un contesto così ottimale permette da un lato a Fit Five di avere un’affluenza fuori dal comune, soprattutto di ragazzi di età compresa fra i 15 e i 30 anni d’altro però, la posizione del capannone industriale così prossimo al centro della città, ha portato necessariamente ad ottimizzare gli spazi già di per sé esigui.
Tutto questo ha quindi portato a realizzare il maggior numero di campi possibile, ottimizzando l’investimento, andando a sacrificare la club house che, dato il target a cui il club si rivolge, non era certo la cosa più importante del centro sportivo.

Fit Five si è quindi limitata a chiudere una piccola area del capannone ospitante i campi di gioco attraverso un muro in cartongesso e dislocando gli spogliatoi in uno spazio di risulta che altrimenti sarebbe rimasto inutilizzato.

Questo ha quindi permesso di concentrare gli sforzi solo sulla decorazione degli spazi interni, necessaria comunque per dare un’identità al club (in questo caso all’intero franchising Fit Five) e creare comunque ambienti accoglienti. Per far questo non necessariamente si deve ricorrere a materiali e soluzioni costose, un’accurata progettazione architettonica degli spazi può invece conferire elevata qualità attraverso l’utilizzo di materiali assolutamente standard.
Nel caso di Fit Five si è optato per delle semplici tavole in legno non trattate inchiodate alla sottostruttura della parete, un controsoffitto in tavelloni di cartongesso 60×60, del prato sintetico decorativo per la pavimentazione e un arredo semplice a richiamare i colori della catena. Il sapiente uso di questi pochi elementi ha permesso di creare un ambiente estremamente accogliente e talmente facile da replicare da essere riproposto con costi bassissimi in tutti i futuri centri sportivi di Fit Five (come già fatto a Charleroi).

Per permettere l’inserimento dei tre campi previsti nel progetto, gli spogliatoi sono stati realizzati nella parte opposta del capannone industriale sempre con delle pareti in cartongesso in modo da poter essere isolati termicamente e rivestiti con delle mattonelle grigio scuro in ceramica in modo da renderli comunque impermeabili.

Gli spazi necessari per la gestione di questo club sono stati quindi ridotti all’osso e ottimizzati al massimo ma, grazie all’elevata cura dei dettagli, risultano perfettamente in linea con le esigenze del club e sono decisamente efficaci.

Photo Gallery

 

Related Projects

Start typing and press Enter to search